Craaash Baaaaash!


Scarica la nostra App Ufficiale CLICCA QUI


Salve a tutti! Oggi la nostra rubrica proporrà un titolo un pò antico (Nulla di diverso dalle precedenti recensioni penserete eheheh, effettivamente si lo ammetto, sono amante dei titoli stagionati), diamo il bentornato a Crash Bash!

Genere “Party Game” della serie Crash Bandicoot  rilasciato per la piattaforma Play Station, prodotto da Eurocom nel 2000, è il primo capitolo della serie a non essere sviluppato da Naughty Dog.

Trama.

Un torneo a squadre per decidere chi la spunterà definitivamente tra bene e male, organizzato da due fratelli Aku Aku e Uka Uka che disporranno rispettivamente die due schieramenti ben precisi, Crash, Coco, Tiny e Dingodile per i buoni e Neo CortexNitrus BrioKoala Kong e Rilla Roo per i cattivi.

La modalità può essere giocata come singolo o in cooperazione con un compagno, come tutti gli altri capitoli sono presenti delle stanze balzo, il superamento dei minigiochi garantirà l’accesso ai livelli successivi. Ma osserviamo più da vicino…

Minigiochi del primo piano:

“Crash Ball” In cosa consiste? Bisogna spingere delle palline nella porta dell’avversario.

 

 

 

 

 

 

“Polar Panic” a cavallo di orsi polari, i giocatori devono spingere gli avversari fuori dall’arena ghiacciata senza cadere. I campioni sono Cortex, Dingodile, Coco e Tiny

 

 

 

 

 


Scarica la nostra App Ufficiale CLICCA QUI


“Pogo Painter” giochi a punti che consistono nel colorare più caselle possibili sull’arena, per tramutarle poi in punti rompendo delle casse speciali. Ai personaggi verrà assegnato un colore specifico.

 

 

 

 

 

“Jungle Bash” i giocatori devono lanciare le casse presenti nell’arena contro gli avversari. I campioni di questo gioco sono Brio, Dingodile, Kong e Crash.

 

 

 

 

In linea di massima le stanza successive presentano lo stesso repertorio di minigiochi, ma, con l’avanzare dei piani, anzi, per essere più precisi, ad ogni stanza conquistata ne verrà introdotto uno nuovo.
La stanza numero 5 presenta una caratteristica fondamentale, i minigiochi sono sbloccabili solo dopo aver ottenuto “Determinati premi” nei livelli precedenti ma vediamo con più attenzione cosa significa:

I premi:

Le modalità di gioco sono 5:

E’ possibile vincere il trofeo riuscendo a vincere per ben tre volte prima della squadra avversaria.

Per ottenere la gemma invece la questione è un attimino più complessa, infatti, bisogna essere in grado di superare il livello con qualche svantaggio o in tempi ristretti rispetto agli avversari,
Per quanto riguarda il cristallo, potrebbe cambiare l’ambientazione di gioco,
Per la reliquia d’oro bisogna vincere 2 volte consecutive contro i campioni dell’arena e ovviamente con un grado di difficoltà aumentata.
Mentre per la reliquia di platino bisogna vincere per ben 3 volte di fila contro i campioni dell’arena. (Per ottenere la possibilità di provare a vincere le due reliquie bisogna portare al termine rispettivamente il 50% e il 100% del gioco).

Caratteristiche e curiosità:

Lo stile è un po’ lo stesso che caratterizza gli altri capitoli, ricordiamoci che non potremo cogliere il massimo dalla grafica leggermente squadrata, ma dobbiamo anche spezzare una lancia a favore, infatti, alcune animazioni sono veramente spassose e aiutano a rendere il gioco più scorrevole e piacevole. Anche sull’audio nulla da dire, le melodie che accompagnano il gioco sono molto simpatiche e orecchiabili mentre sulla giocabilità qualche fastidio devo sottolinearlo, i livelli talvolta sono un po’ rognosi e anche piuttosto difficili da superare, se deciderete di giocarlo con un vostro compagno non mancheranno gli screzi per stabilire chi dei due non si fosse impegnato abbastanza nel tempo stabilito per superare il livello, ma è proprio sotto la versione multiplayer che il gioco acquista e sprigiona il proprio essere.

Commenti:

Caldamente consigliato per chi volesse trascorrere una serata o un pomeriggio piovoso in compagnia e all’insegna del divertimento stile anni 90.

Voto: 8/10 Sono veramente euforico!