Pokémon Rosso e Blu: Acchiappali tutti!

Salve a tutti! Per il nostro consueto appuntamento settimanale stavolta vi ho riservato una perla d’altri tempi.
Pokemon Blu e Pokemon Rosso (in Giappone la versione Pokemon Verde) vennero pubblicati nel Settembre 1998, i primi della serie.

Le due versioni hanno goduto di una gigantesca popolarità in Giappone e in occidente, tanto da divenire il titoli GDR (giochi di ruolo) per Game Boy più venduti di tutta la storia. Successivamente i due giochi sono stati rivisitati dando vita a Pokemon Giallo, un’edizione particolare che rievocando la serie TV permetteva il Pokemon accompagnatore, la mascotte per eccellenza: il Pikachu iniziale.

La trama.

Il giocatore riveste i panni di un allenatore di Pokemon (dall’ inglese pocket monsters) che si dedicherà alla cattura di tutti i 150 mostriciattoli sparsi per la regione di Kanto per completare il Pokedex, alle sfide con altri allenatori, alla conquista delle medaglie sconfiggendo gli 8 capipalestra e raggiungendo così lo scopo finale del gioco, cioè quello di diventare campione della Lega Pokemon battendo i superquattro: gli allenatori più in gamba dell’intera regione.

Ma come avviene tutto ciò?

 

Quando il giocatore attraverserà una zona di erba alta e incontrerà un pokemon selvatico partirà una sfida a turni, sarà possibile indebolire il pokemon per catturarlo lanciandogli addosso una Pokeball o in alternativa mandarlo K.O. e acquisire così punti esperienza, necessari a far crescere il proprio pokemon, incrementando le sue statistiche e apprendendo nuove mosse (raggiungendo determinati livelli alcuni Pokémon possono evolvere). I pokemon possiedono una certa somma di punti salute, se scenderanno a 0, il pokemon non sarà più in grado di combattere e verrà dichiarato esausto, necessiterà quindi di essere rianimato preso il centro Pokè più vicino. Analogalmente accadrà lo stesso quando il protagonista incrocierà lo sguardo di un’altro allenatore con la differenza sostanziale che alla fine della lotta l’allenatore perdente sborserà in favore dell’altro una piccola somma di denaro come segno di penitenza.

 

 

Differenze tra i due titoli.

La storia e la modalità di gioco rimangono invariate ma per completare il Pokedex è necessario giocare ad entrambe le versioni, infatti, alcuni pokemon sono presenti in maniera esclusiva soltanto in una delle due rispettive versioni, e viceversa. In Pokémon Rosso per esempio, non è possibile catturare Sandshrew, Sandslash, Vulpix, Ninetales, Meowth, Persian, Bellsprout, Weepinbell, Victreebel, Magmar e Pinsir, mentre nella versione Blu non sono disponibili Ekans, Arbok, Oddish, Gloom, Vileplume, Mankey, Primeape, Growlithe, Arcanine, Scyther ed Electabuzz.  Pokémon Rosso e Blu permettono ai giocatori di scambiare creature connettendo i Game Boy tramite un cavo Game Link, ciò è possibile anche con Pokemon Giallo, inoltre il cavo permette anche le sfide Pokemon con altri giocatori.

Tra leggende e realtà: Mew.

Nonostante Mew sia uno dei Pokemon leggendario di queste versioni non è ottenibile se non tramite “Il celeberrimo Glitch di Mew”.

In poche parole bisognerà sfruttare il bug che permette di aprire il menù di gioco (premendo il tasto Start) poco prima di alcuni incontri, ad esempio quella con l’ allenatore Rischiatutto, situato di fronte all’entrata del tunnel che collega Azzurropoli con Zafferanopoli nel Percorso 8. A questo punto è possibile evitare lo scontro utilizzando la mossa Volo o Teletrasporto. Per catturare Mew è quindi necessario recarsi a Celestopoli (una volta giunti nel luogo il menu verrà disabilitato) e sfidare il Bullo che si trova nel Percorso 25, oltre il Ponte Pepita. Sconfitto questo Pokémon il menu spunterà nuovamente e sarà possibile recarsi a Lavandonia. Se il protagonista si reca in direzione del Percorso 8, il gioco verrà automaticamente messo in pausa. Premendo nuovamente il tasto Start il giocatore si troverà davanti un Mew selvatico di livello 7.

Il procedimento di cui sopra sostanzialmente permette di modificare i valori esadecimali che vengono utilizzati dal software per determinare la specie del Pokémon selvatico che verrà incontrato in quel luogo. Il bug può essere utilizzato per affrontare qualunque Pokémon presente nel gioco.

 

Commenti finali.

Nonostante siano trascorsi 20 anni, questo giochi tascabili possiedono sicuramente ancora il loro fascino, anche grazie alla Banca Pokemon che permette gli scambi con le cartucce di nuova generazione. Pronti a trasferire Mew sui nuovissimi Sole e Luna?

Per chi possiede questi due capitoli in formato originale sappiamo potrà regalarsi ancora oggi questa emozionante iniezione di nostalgia ma…Pare proprio che Nintendo abbia in passato rilasciato dei veri e propri remake di questi tre gioiellini su virtual console del Nintendo 3DS, credo che non potesse esistere regalo migliore, se avete voglia di rimette piede sulla MN Anna ad Aranciopoli, di attraversare ancora una volta la pista ciclabile di Fucsiapoli o di incontrare e catturare Mewtwo nei meandri della Grotta Celeste cosa aspettate? Sicuramente questo regalo farà al caso vostro!

Voto: Charizard Lv. 100