The Game TV

Fedez: “Lezione a comprensione dei testi”

Fedez: “Lezione a comprensione dei testi”

Sono passati 4 giorni da quando Fedez ha denunciato il comportamento illegale della RAI e il razzismo della Lega. Nonostante tutto, i politici, invece di stare zitti e fare più bella figura, continuano a rispondere al rapper infangandosi ancora di più!


Attacco di Fedez alla RAI e alla Lega in occasione del concerto del 1° Maggio

In occasione del concerto del 1° Maggio, Fedez ha deciso di denunciare il razzismo e l’omofobia della Lega per difendere il ddl Zan. Salito sul palco, però, Fedez rivolge due parole anche alla RAI che ha provato a censurarlo.

L’artista, dopo aver denunciato la RAI e invitato il Presidente Mario Draghi a salvaguardare i lavoratori dello spettacolo, attacca (giustamente) la Lega di Salvini. Il rapper riporta le frasi pronunciate da esponenti del partito:

Se avessi un figlio figlio gay, lo brucerei nel forno – Giovanni De Paoli (Consigliere Regionale Lega Liguria)

I Gay, che inizino a comportarsi come tutte le persone normali – Alessandro Rinaldi (Consigliere per la Lega Reggio Emilia)

Gay, vittime di aberrazioni della natura – Luca Lepore e Massimiliano Bastioni (Consiglierei regionali leghisti) Qui, Fedez, al quale noi facciamo i nostri più sentiti complimenti, ha aggiunto: Questa l’hanno scritta insieme, chissà da soli cosa potevano partorire

I Gay sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie – Alberto Zelger (Consigliere comunale della Lega Nord a Verona)

Queste sono solo alcune delle frasi pronunciate dagli esponenti del partito leghista


La replica della RAI

La Rai ha subito negato l’accusata di aver cercato di censurare Fedez. Il Rapper per tutta risposta ha pubblicato su Twitter un video che testimonia l’accaduto. Ma la cosa più grave è che alcuni esponenti della RAI hanno invitato Fedez ad “adeguarsi al sistema”!


Attacchi a Fedez per i suoi testi

La Lega dopo aver tentato invano di difendersi poiché il rapper aveva riportato frasi pronunciate pubblicamente dagli esponenti del partito, ha cercato di spostare la discussione su un altro punto: i testi di Fedez. Anche questo evidenzia la colpevolezza del partito che, non riuscendo a trovare delle motivazioni valide per aver difeso e mantenuto all’interno del partito quei “politici”, hanno attaccato Fedez sui suoi testi. Tuttavia, ancora una volta, la Lega fa una brutta figura: Fedez, infatti, nelle sue storie Instagram lancia una rubrica “Benvenuti Nell’Angolo Comprensione dei Testi di Federico”. Qui, l’artista spiega il significato dei testi per smentire tutte le dicerie.


Insomma… Onore a questo grande artista per aver evidenziato problemi che affliggono la società italiana: corruzione, omofobia e razzismo.

Vai alla barra degli strumenti