The Game TV

Festival di Sanremo 2021: I vincitori sono i Maneskin

Festival di Sanremo 2021: I vincitori sono i Maneskin

E’ arrivato il momento tanto atteso: I Maneskin hanno vinto a Sanremo!

https://www.youtube.com/watch?v=1OISmX4vOKA


Fiorello ed Amadeus: Due conduttori fantastici

Non si può affermare il contrario: Fiorello ed Amadeus sono stati bravissimi e anche quest’anno hanno dimostrato di meritarsi la conduzione del prossimo Festival. Amadeus e Fiorello sono quella coppia di conduttori che si completa a vicenda. Amadeus rappresenta quello “tra le righe”, a modo, rispetta le regole della televisione, ecc.; Fiorello è il “mattatore”, fa ridere, ironizza sui “problemi” della vita quotidiana e trascina Amadeus nella sua splendida “follia”

E gli italioti che criticavano i conduttori per i loro compensi, farebbero più bella figura a stare zitti. E’ vero: Si parla di circa 400.000 euro a testa… Sicuramente la quota è spropositata, tuttavia la colpa non è né di Amadeus né di Fiorello. Loro fanno semplicemente il loro lavoro e se ricevono una proposta di pagamento, la accettano senza pensarci sopra due volte. E NESSUNO ha il diritto di dire ad una persona cosa deve fare con i propri soldi. E’ normale indignarsi per certe quote ma bisogna prendersela con il sistema, con chi permette tutto questo, non con i conduttori e neanche con il Festival.


Torniamo a noi:

Fiorello e Amadeus non ci hanno fatto mancare momenti divertenti, seri, emozionanti  e speciali. Il monologo sulle poltrone, sicuramente, è stato uno dei momenti più belli del Festival. Fiorello, a differenza di come si usa fare nel mondo dello spettacolo, non cercava di nascondere al pubblico gli errori e i problemi della diretta bensì ci ironizzava sopra e talvolta gli evidenziava di sua spontanea volontà.

I Maneskin e gli altri big

Facevo il tifo sin dall’inizio per i Maneskin, una band talentuosa e con un brano pazzesco. Dovevano vincere loro, hanno vinto loro! Sono rimasto deluso, tuttavia, dagli altri big. Mi aspettavo qualcosa di meglio da Francesco Renga e Annalisa, per esempio. I brani di questi due artisti, tuttavia, si sono rivelati molto deboli: non riescono a valorizzare la loro bravura e tecnica vocale.


Photo gallery

Vai alla barra degli strumenti